Questa è RTCB radio, la web-radio che raccoglie tutte le produzioni di www.raibobo.it e www.tuttoilcalcioblog.it
Info aggiuntive sulla licenza musicale
Info e segnalazioni all'indirizzo mail radio@raibobo.it

BoboHockey 3: PreOlimpiche

10 febbraio 2009

Vancouver 2010: vedremo solo il curling; qualificazioni olimpiche amare per Rick Cornacchia e il Blu Team.

Che l’impresa non fosse facile, lo si sapeva; ma la delusione è stata grande, perché la differenza non l’ha fatta la tecnica, o per lo meno il divario di gioco non era così incolmabile; ad eliminare l’Italia è stata la stessa squadra azzurra, con la paura di giocare e di vincere. Che a Riga l’alba non prometteva già nulla di buono lo si è visto nella prima partita contro Ucraina. Il Blu Team soffre la squadra di coach Seukand che al primo doppio power play passa con Varlamov. La reazione degli azzuri è macchinosa, lenta e prevedibile; gli ex sovietici si limitano a controllare e a ripartire con rapidi contropiedi ma Tragust c’è e la gabbia azzurra è salva. La partita si accende improvvisamente nel ultimo drittel; gli ucraini hanno un break pauroso e si portano in meno di due minuti sul 3 a 0 grazia ancora a Varlamov e poi a Materukin; l’Italia stavolta reagisce subito e in 26’’ con Scandella e Ramoser riaccende le speranze; ma è troppo tardi e nemmeno il sesto uomo sul ghiaccio concede al Blu team di raggiungere almeno l’over time. Nella seconda partita la vittoria contro i magiari di Pat Cortina, vecchia conoscenza, dell’hockey di casa, riaccende le speranze qualificazione. Gli avversari sono ostici, ma l’Italia è più convinta; a proteggere la gabbia azzurra c’è Russo, ma è tutta la squadra a giocare un bell’hockey. Nel primo drittel prima Ansoldi e poi Antony Aquino siglano il doppio vantaggio trafiggendo Szuper, ex golie dei Viper Milano; nel secondo drittel, Pittis sigla il terzo sigillo; infine agli inizi del ultimo periodo è “nonno” Mario Chitarroni a calare il poker in penalty killing (in panca puniti c’era Strazzabosco). Cortina sostituisce il portiere e arriva il goal bandiera a 1’10’’ dal termine con Svasznek. La sfida contro i padroni di casa della Lettonia diventa decisiva. Giocarsi la qualificazione contro una delle formazioni più forti al mondo sicuramente non è cosa facile; La Lettonia è stata la fucina dei migliori talenti di quella che tra gli anni 70 e 80 del secolo scorso era la squadra più forte mai esistita: l’Unione Sovietica di coach Viktor. Nell’Arena di Riga la squadra azzurra scende sfavorita. La volontà c’è, ma una dose di paura, molta ingenuità difensiva e parecchi errori consentono ai baltici di passare prima con Ankipans (aiutato dallo scontro tra Tragust e Helfer) e poi con Cipulis lasciato solo davanti a Tragust. Il Blu Team tramortito accenna ad una timida reazione (Felicetti coglie il palo), ma la Lettonia affonda spesso e Tragust fa miracoli.Nel periodo centrale l’Italia è più cattiva; Naumovs, ex golie del Bolzano, salva in alcune occasioni; al 34’ Helfer fa tutto da solo: prima si mangia un goal davanti alla gabbia e poi si lascia sfuggire Karsum che sigla il 3-0. Nell’ultimo drittel l’Italia cerca almeno una riscossa stile sfida con Ucraina; Scandella accorcia con una staffilata delle sue dalla blu; ma sulla ripartita lettone Darzins chiude l’incontro traffigendo Tragust per la quarta volta. Alla fine c’è solo il cuore ma non basta; i lettoni a Vancouver, noi a vedere le olimpiadi in poltrona. Cornacchia avrà molto da lavorare: assestare la difesa dove brilla il solo Borgatello e dare maggior freddezza all’attacco anche se Scandella, Fontanive e Aquino danno il massimo; al di là dei goal l’unica certezza è Tragust, secondo miglior portiere dietro al solo Naumovs e anche di pochino. I mondiali di prima divisone sono vicini e lì ci giochiamo il ritorno in top elitè. Ora però il nostro hockey si rituffa nel campionato che vivrà la fase decisiva, la più attesa e la più esaltante.

Risultati
ITALIA vs UCRAINA 3 – 2
LETTONIA vs UNGHERIA 7 – 1
ITALIA vs UNGHERIA 4 – 1
UCRAINA vs LETTONIA 2 – 4
UNGHERIA vs UCRAINA 3 – 4 OT
LETTONIA vs ITALIA 4 – 1

Classifica
LETTONIA 9
UCRAINA 5
ITALIA 3
UNGHERIA 1

Gironi Olimpici Vnacouver 2010
Girone A: CANADA, USA, SVIZZERA, NORVEGIA
Girone B: RUSSIA, REP. CEKA, SLOVAKKIA, LETTONIA
Girone C: SVEZIA, FINLANDIA, BIELORUSSIA, GERMANIA


Un grazie a RaiBobo che ci ha concesso di seguire questo avvenimento.
Il Feffe, inviato di RaiBobo per Ice Hockey

0 commenti: