Questa è RTCB radio, la web-radio che raccoglie tutte le produzioni di www.raibobo.it e www.tuttoilcalcioblog.it
Info aggiuntive sulla licenza musicale
Info e segnalazioni all'indirizzo mail radio@raibobo.it

Euro 2008: Goodbye

30 giugno 2008

I post di chiusura evento mi mettono sempre un po' di tristezza e ricordare queste ultime tre settimane di calcio è sempre un colpo al cuore.
Con la vittoria spagnola di stasera si chiude il Europeo di Austria e Svizzera 2008. Un'europeo molto colorato, con delle tifoserie spettacolari, anche se i campi lasciavano spesso a desiderare. Dal punto di vista organizzativo è stato buono se si esclude il black out della semifinale.

Mi tolgo il sassolino subito dicendo che nel bene e nel male è stato anche l'Europeo della Rai. Tutto l'evento è stato ben coperto. Ovvio che sui commentatori si pùo discutere ma non possiamo dire di non aver fatto grazie alla Rai un' overdose di calcio. Sempre in tema è stato l'Europeo di Marino Bartoletti, di cui ricorderemo immagini come Gesù è morto di Aids o le arance olandesi. Forse questo si poteva evitare.

Europeo del buon gioco, o comunque meglio di quello vinto dalla ciofeca Grecia quattro anni addietro. Buon gioco e una finale all'altezza. Olanda, Russia e Spagna decisamente le migliori secondo me, un gradino sopra Portogallo e Germania. Un'Italia inguardabile nella prima ma volenterosa poi e sinceramente per come è evoluto il torneo, per il principio del colpo di fondoschiena che a essere sinceri ci ha permesso di vincere il mondiale, si poteva andare più avanti.
Concordo tuttavia che Donadoni non abbia avuto le idee chiare sulla formazione e il benservito era il minimo. Forse richiamare il sempre-giovane Lippi tuttavia è stato un errore.

Giocatori di cui ci ricorderemo sono per me Sneider, Robben e Van Persie (Olanda), Semih Şentürk(Turchia), Ivan Klasnić (Croazia) e Villa della Spagna nonchè Arshavin della Russia.
Quest'ultima, prima del match che l'ha vista lasciare il torneo è la squadra che ha mostrato il miglior gioco, fatto di contropiedi ficcanti e di gioco spettacolare.

Cosa ci resta ancora?
E' stato comunque l'Europeo di :
  • Rosetti, che ha arbitrato la finale e che è sintomo di come la classe arbitrale italiana non sia poi da buttare
  • Peter Fröjdfeldt l'arbitro spettacolo
  • Della Gialappa's con tradiocronache come non si sentivano da tempo, tra Turkish delight e Vodka, tra Michael e Isabelita....
  • Della Turchia che ha cancellato la definizione di Zona Cesarini per Zona Istanbul, viste le partite salvate all' ultimo (il quarto con la Croazia rimarrà nella storia)
  • Di Domenech, veramente amato dagli italiani che diciamoci la verità, smetterà di rompre le palle almeno come allenatore
  • della censura Uefa: giusto censurare gli incidenti, visto che di malati di mente emulatori ce ne sono a migliaia. Su altro si potrebbe discutere ma la censura porta sempre tristezza.
Si chiude così l'edizione dell' Europeo e con questo la rubrica Euro Bobo 2008 (saranno contenti tutti coloro che odiano il calcio)
Esperienza fantastica per chi da sempre ha il sogno del giornalista sportivo, se poi si aggiunge l'esperienza di RaiBoboTv e i servizi è ancora meglio.
Prossimo appuntamento. Beh con il calcio torneremo più agguerriti che mai il prossimo campionato con il ritorno in versione nuova di "Un calcio alla domenica" e poi i mondiali se fra due anni saremo ancora qui.
Con lo sport però non perdetevi la rubrica che parte questa settimana sull'evento olimpico dal titolo "OlympicBobo2008".
E come direbbe il telegiornalista di lunga data: " Grazie per la cortese attenzione e a tutti voi l'augurio di una splendida continuazione sugli schermi di RaiBobo. Buonanotte!"

P.S.: Da mercoledì RaiBoboTv torna con il vecchio palinsesto. Per vedere tutto l'Europeo rimarrà attivo il servizio On-Demand. E qui la clip d'addio.

0 commenti: