Questa è RTCB radio, la web-radio che raccoglie tutte le produzioni di www.raibobo.it e www.tuttoilcalcioblog.it
Info aggiuntive sulla licenza musicale
Info e segnalazioni all'indirizzo mail radio@raibobo.it

CineBobo n° 83: Capodanno a New York

25 febbraio 2012

Dopo la pausa sanremese torna la rubrica del cinema su Raibobo.it
Image Hosted by ImageShack.us
Capodanno a New York
Voto:  6--

Cast: Robert De Niro, Ashton Kutcher, Zac Efron, Katherine Heigl, Jessica Biel, Sofía Vergara, Carla Gugino, Sarah Jessica Parker, Sara Paxton, Michelle Pfeiffer, Abigail Breslin, Hilary Swank, Josh Duhamel, Alyssa Milano, Lea Michele
Regia: Garry Marshall
Genere: Commedia, Romantico
Durata: 118  minuti
Produzione: U.S.A. 2011
 "Capodanno a New York" celebra l'amore, la speranza, le seconde possibilità e i buoni propositi, attraverso diverse storie intrecciate tra loro, ambientate a New York City tra caos e speranze nella notte più festosa dell'anno. Senza dubbio l'amore fa da padrone nel conto alla rovescia del 31 dicembre, quando molte coppie aspettano trepidanti la mezzanotte per darsi un bacio, altre approfittano della magia della serata per farsi promesse eterne, e altre ancora decidono di 'provarci' con una persona che potrebbe essere quella giusta. Ma l'emozione della festa va oltre. Se il Capodanno favorisce l'amore nelle sue innumerevoli sfaccettature piacevoli e folli, è anche il momento dell'amore inteso come perdono e compassione, e il miracolo quotidiano di chi apre il proprio cuore a un'altra prospettiva. Il film presenta queste idee in una collezione di episodi raccontati come se fossero stati presi a caso dalla miriade di storie che fanno parte del quotidiano. Ogni storia è a sé ma talvolta sfiora per un breve momento le altre; altre storie, invece, si incrociano fino a creare una conclusione perfetta. Marshall, ex batterista di un gruppo jazz, dichiara: "C'è musica significativa ad ogni scena, come il ritmo e le note dei dialoghi. In Capodanno a New York ci sono dei momenti molto commoventi e molti altri divertenti, molte storie diverse da raccontare, e ognuna con il suo ritmo. Mi piace mescolare le cose, compensare l'intensità di una scena con la leggerezza di un'altra".

Mah! Un gigantesco mah. Cast stellare, ma null'altro. Il film, fatto di episodi, sembra non avere o quasi un filo conduttore che non sia la location temporale e l'amore. Ma anche se ci si sforza di andare al cinema per vedere un malloppo romantico si rimane delusi.
Alcune interpretazioni sono degne di nota come quella della Pfeiffer ma nulla di più. Aver puntato troppo su un cast che trovo decisamente numeroso non ha giocato a favore della trama.
Pochi spunti per una critica costruttiva.
E sottolineo anche un uso eccessivo del product placement (pubblicità nel film) che incrina ancora di più il rapporto con lo spettatore attento e che già non si identifica con nessuna delle mille storie.
Passo sopra all'interpretazione del morente Robert DeNiro

Consigliato... a chi pensa di andare a vedere una commedia tutto-baci
Sconsigliato... agli agorafobici

Il riassunto della trama è a cura di FilmUp.

0 commenti: