Questa è RTCB radio, la web-radio che raccoglie tutte le produzioni di www.raibobo.it e www.tuttoilcalcioblog.it
Info aggiuntive sulla licenza musicale
Info e segnalazioni all'indirizzo mail radio@raibobo.it

CineBobo n°37 : Saturno Contro

2 settembre 2007

Saturno Contro
Voto: 9

Regista : Ferzan Ozpetek
Attori: Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino, Margherita Buy, Ennio Fantastichini, Luca Argentero, Isabella Ferrari, Milena Vukotic, Serra Yilmaz, Ambra Angiolini
Genere:Drammatico
Durata: 110 minuti

Produzione: Italia 2007
Un gruppo di quarantenni, affronta il tema della separazione e la paura di restare soli, in momento critico come quello che stiamo attraversando in questi anni, tra crisi economica, terrorismo internazionale e la paura per il contagio delle nuove malattie. Tra questi, Antonio e Angelica, sposati da anni ma ormai in crisi da diverso tempo, non riescono però a vivere l'uno senza l'altra. Il tema della separazione é affrontato non soltanto dal punto di vista della coppia ma viene anche rapportato all'amicizia..

Comincio col precisare che questo riassunto è forse uno dei riassunti più fuorvianti della storia della filmografia italiana.
Il film è, a parere mio, un capolavoro.
La coerenza mi porta a dire che è un film italiano, è quindi la solita storia che gira intorno a un evento triste quale può essere la morte.
Questo avvenimento scombussola un'amicizia, una compagnia abbastanza variegata di persone che si vogliono bene.
Nella sua moderata lentezza il film snocciola una serie di perle..
  • Una regia minuziosa che gioca molto sulla sceneggiatura e sulle luci, con dei primi piani e dei giochi di cambio di scena deliziosi.
  • Un cast di primissimo livello impreziosito da una serie di interpretazioni fantastiche fra cui quelle di Ennio Fantastichini, della Buy e di Milena Vukovic.
  • Una Ambra Angiolini da Oscar, deliziosa e a tratti geniale come attrice, oltre a essere una bella donna... ma con intelligenza maggiore di quella che le si dava ai tempi di Non è la Rai. Entra quindi di diritto nel ristretto gruppo delle donne della mia vita!
  • Il film rimane pur sempre un film triste, ma con dei tratti sottili, leggeri che colpiscono al cuore.
Non avevo mai visto film di Ozpetek ma mi riprometto di cambiare idee.
E' il cinema del dolore ma un cinema leggero, soffice quasi silenzioso.
In questo contesto si inserisce bene la colonna sonora di Neffa...
Non riesco a trovare difetti, o forse ho solo due fette di prosciutto sugli occhi ma è uno dei pochi film che mi inorgoglisce di essere italiano.
Si posiziona insieme a LE INVASIONI BARBARICHE fra i film che preferisco e il voto ne è una chiara evidenza insieme alla lunghezza di questa critica.
Potrà essere contestabile come posizione ma sapete della poca coerenza di voto di chi scrive questa rubrica.
Mai come ora però questo film è consigliabile!

La frase del film:
- "Lei si droga?"
- "No, io faccio l'uncinetto"


Ringrazio Antonino, Marco e Antonio per la visione . Il riassunto della trama è a cura di FilmUP.com
In via del tutto eccezionale pubblico anche il trailer del film!

Image Hosted by ImageShack.us

0 commenti: